L’audit è lo strumento più importante che un’azienda del settore alimentare, e non solo, ha per essere valutata, migliorare, e dimostrare il proprio impegno nella corretta gestione quotidiana di un sistema e dei suoi processi produttivi. Se prima gli audit di sicurezza alimentare erano per lo più annunciati, adesso la verifica a sorpresa è diventata una prassi che risponde a nuovi requisiti richiesti dai grandi committenti e dagli standard GFSI - Global Food Safety Initiative. Come farsi trovare preparati?

Un obiettivo comune nei processi di produzione è di avvicinarsi il più possibile ai target predefiniti di qualità, ottimizzando l’utilizzo della materia prima. In questo modo è possibile migliorare la resa, continuando a soddisfare i requisiti qualitativi e normativi. Il nuovo ProFoss™ 2 aiuta i produttori a raggiungere questo obiettivo fornendo misurazioni dirette e continue direttamente sulla linea di processo: un analizzatore avanzato con tecnologia nel vicino infrarosso (NIR) consente ai produttori del settore lattiero-caseario di utilizzare al meglio le risorse nella produzione della Mozzarella e altre matrici lattiero-casearie quali Burro, Mascarpone, Ricotta, WPC/MPC e altro. 

Mingazzini Srl, azienda parmense punto di riferimento nazionale e internazionale nella produzione di generatori di vapore ad uso industriale ha realizzato due impianti destinati a Gruppo Fini SpA e Greci Industria Alimentare SpA. Una partnership tutta emiliana all’insegna della tecnologia, della qualità e della sostenibilità ambientale. 

La nuova coltura batterica FRD di Alce è destinata alle applicazioni casearie ad azione protettiva, per contrastare lo sviluppo di specie microbiche indesiderate quali Clostridium (C. botulinum, C. butyricum e C. tyrobutyricum) e Listeria. Il dosaggio può essere modulato in funzione della tipologia di formaggio, del grado di contaminazione di partenza presunto del latte e, ovviamente, in base ai risultati che si vogliono ottenere.

PerkinElmer Inc. ha annunciato il nuovo IndiScope™ FT-IR per l’analisi del latte vaccino crudo. Questa nuova soluzione è stata pensata per permettere ai punti di raccolta del latte di eseguire test veloci e accurati per determinare il valore equo di mercato e contribuire a garantire una catena di approvvigionamento del latte vaccino crudo sicura per i consumatori.

Le muffe costituiscono un problema rilevante per tutta la filiera alimentare, e la loro evidenziazione avviene solitamente dopo l’ultimo stadio del processo di produzione sul prodotto finito. La muffa è un tipo di fungo che si trova ovunque in natura. Cambia l’aspetto, il gusto e la consistenza del cibo su cui cresce, facendolo decadere. CIP: "Prevenire la formazione di micotossine significa prevenire la crescita delle muffe".

I costruttori di impianti industriali a servizio della filiera agro-alimentare richiedono la massima affidabilità quando si parla di soluzioni per la climatizzazione dei reparti produttivi. I tre requisiti di un buon sistema ventilante a servizio di un processo alimentare sono: continuità di servizio; diffusione uniforme dell’aria a garanzia di precisi livelli di temperatura e umidità in ogni zona dell’ambiente; efficienza energetica.

STI nasce nel 2009 dall’esperienza ventennale della famiglia Passuello nel settore della pulizia a vapore. I nostri prodotti sono interamente progettati e realizzati nello stabilimento di oltre 3.000 mq di Fara Vicentino.

ORMA srl ha introdotto quest’anno nella propria gamma di trappole a cattura luminose la tecnologia Led.

Tra i 10 requisiti che hanno totalizzato più carenze nelle verifiche BRC - IFS, il controllo degli infestanti si piazza al terzo posto con una percentuale del 4,9% (fonte BRC, 113 nazioni, 16.000 siti, 18 categorie di prodotto), sinonimo di una sempre maggiore attenzione da parte degli organi certificatori volontari della correttezza dei processi di Pest Management.

Ekomille è l’apparecchiatura più diffusa ed efficace per la gestione di topi e ratti. Le sue caratteristiche costruttive garantiscono igiene, sicurezza e un impatto ambientale pari a zero. È il primo dispositivo di cattura di roditori brevettato in un’ottica ecologica e animal friendly.

Frutto di oltre 20 anni di ricerca, l’apparecchio è stato progettato sfruttando l’etologia degli animali infestanti. La derattizzazione eseguita con i metodi tradizionali comporta elevati rischi di nocività per l’uomo, a causa delle sostanze velenose contenute nelle esche e della dispersione delle carcasse avvelenate nell’ambiente.

La professionalità nell’attività di gestione degli organismi infestanti deve sempre mirare alla risoluzione delle problematiche presenti senza causare conseguenze legate all’impiego di prodotti che hanno una loro tossicità intrinseca. 

Dai tempi più remoti il freddo ha sempre rappresentato il metodo migliore di conservazione degli alimenti.

Manutan Italia è una filiale del Gruppo Manutan International: una multinazionale francese fondata nel 1966 con oltre 2300 dipendenti. Il gruppo è presente in 17 paesi europei con 26 sedi. In Italia Manutan è presente da 30 anni con oltre 10.000 clienti aziendali.

Il rispetto delle normative igienico sanitarie è un elemento imprescindibile per le aziende che operano nel settore alimentare. Spesso, però, quando si tratta di componenti hardware che prevedono ventole, cavi e funzionalità touch, non è così scontato.

I terminali MMT/MMD8000, proposti da SIS.AV., rappresentano la soluzione ideale per la visualizzazione e il controllo dei processi di produzione in contesti dove l’igiene non ammette compromessi.