Intervista a Giovanni De Angelis, Direttore generale di ANICAV, l’Associazione Nazionale Industriali Conserve Alimentari Vegetali, che riunisce le aziende private del settore della trasformazione e della conservazione dei prodotti vegetali: con circa 100 associati rappresenta i 3/4 di tutto il pomodoro trasformato e più della metà dei legumi conservati, in Italia.

Questo frutto ha sempre più successo nella grande distribuzione organizzata, trainando tutto il settore della frutta esotica. E adesso viene coltivato anche nel nostro Paese.

Nonostante le difficoltà previste, la campagna di raccolta 2021 di questo prodotto ha fatto registrare un balzo del 15% rispetto all'anno scorso.

Il progetto parte da Cuneo: i prodotti vengono ordinati online, per poi essere ritirati direttamente dal consumatore in smart locker refrigerati.

La certificazione sarà assegnata ai prodotti che rispetteranno buone pratiche produttive e le disposizioni dettate dalle linee guida nazionali per la produzione integrata.

Ci si attendono numeri in crescita rispetto all'anno scorso, ma comunque inferiori alle attese, causando la fuoriuscita del nostro Paese dal podio dei principali paesi produttori.

Il biologico italiano si sta sviluppando sempre di più, ma c'è ancora della strada da fare per raggiungere i maggiori Paesi europei.